Bando ISI INAIL 2021: incentivi per interventi in materia di salute e sicurezza sul lavoro

Il Consiglio di Indirizzo e Vigilanza (CIV) di INAIL ha annunciato l’edizione 2021 del bando ISI-INAIL.

Insieme alla delibera, è stato pubblicato anche l’aggiornamento delle linee di indirizzo per la concessione di incentivi economici alle imprese per la realizzazione di interventi in materia di salute e sicurezza sul lavoro, il Bando ISI 2021, elaborato dalla Commissione Politiche per la Prevenzione e per la Ricerca: il Bando prevede 5 assi di intervento e oltre 273 milioni di euro a disposizione delle imprese sotto forma di contributo a fondo perduto.

Bando ISI INAIL 2021

Spese ammissibili

Il bando prevede incentivi alle imprese per la realizzazione di interventi in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

Le risorse saranno ripartite tra 5 diversi assi di finanziamento: i progetti delle aziende che richiederanno gli incentivi dovranno essere finalizzati al miglioramento delle condizioni di salute e di sicurezza dei lavoratori.

ASSE 1- Investimento – Stanziamento: € 112.200.000

  • 1.1. Progetti di investimento (Stanziamento: € 107.200.000): sono previste nuove tipologie di intervento:
    • riduzione del rischio incendio mediante adozione di sistemi di prevenzione e/o protezione;
    • riduzione del rischio infortunistico attraverso l’acquisto e l’installazione di dispositivi di protezione per il rilevamento automatico delle persone e di barriere per protezione da macchine fisse e semoventi;
    • riduzione del rischio radon mediante realizzazione di opere edili e di sistemi di ventilazione per i piani terra, seminterrati, interrati nei quali sia presente il gas;
    • Incentivi per la sostituzione di macchine obsolete o datate;
    • nell’ambito degli interventi di finanziamento di macchine per la riduzione del rischio vibrazione, si procederà alla revisione delle tipologie di progetti riguardanti le macchine movimento terra per ricondurle alla categoria delle macchine compatte ampliando la platea dei soggetti e dei settori interessati.
  • 1.2. Adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale (stanziamento: € 5.000.000). Data la grande richiesta di finanziamento per questo sub asse nel Bando ISI 2018, si è previsto un aumento di stanziamento da € 2.000.000 a € 5.000.000: in questo modo darà possibile allargare la platea delle aziende per un intervento a sostegno delle politiche della prevenzione, il miglioramento delle performance e l’introduzione in azienda dei fondamenti della Responsabilità sociale d’impresa.

ASSE 2 – Riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (stanziamento: € 40.000.000). I nuovi interventi finanziabili riguardano:

  • il finanziamento di specifiche macchine, anche sulla base di una soluzione semplificata che non richiede una specifica valutazione del rischio e della sua riduzione con i metodi previsti dalle norme ISO 11228;
  • l’ampliamento dell’insieme delle macchine finanziabili per rischi da traino e spinta di carichi;
  • l’introduzione di macchine per la pulizia delle spiagge.

ASSE 3 – Bonifica da materiali contenenti amianto (stanziamento: € 74.000.000): estesa la partecipazione alle micro e piccole imprese operanti nella produzione primaria dei prodotti agricoli per la rimozione delle coperture in cemento amianto nei capannoni agricoli.

ASSE 4 – Micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività (stanziamento: € 10.000.000):

  • E38 – attività di raccolta, trattamento e smaltimento dei rifiuti; recupero dei materiali;
  • E39 – attività di risanamento e altri servizi di gestione dei rifiuti.

ASSE 5 – Micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli (stanziamento: € 37.500.000)

  • 5.1 – Generalità imprese agricole (stanziamento: € 27.500.000 )
  • 5.2 – Giovani agricoltori (stanziamento: € 10.000.000)

Tempistiche e modalità di partecipazione

Modi e tempi per la presentazione della domanda saranno resi noti con la pubblicazione del bando.